Cura Con Collaborazione: Pazientemente, Aspettiamo che la Medicina incontra la Mindfulness

  Cura Con Collaborazione: Pazientemente, Aspettiamo che la Medicina incontra la Mindfulness

Per due anni ho cercato di trovare il percorso di guarigione giusto per una varietà di sintomi non diagnosticabili che vanno dalla stanchezza, dolori e tensioni muscolari, e onde di infiammazioni debilitanti. Se l'infiammazione riflette nella parte bassa della schiena e nelle anche, al suo apice non riesco a camminare. Quando vertiginosamente è passata nella spalla destra, sentivo come il mio braccio fosse rotto in tre punti. Dall'inizio alla fine, sono compromessa per circa 6 settimane.

badarm copy

 Ho avuto molte occasioni di praticare quelle tecniche che certamente rendono la vita più facile: osservare con una consapevolezza distaccata, partecipare alla vita con un senso di curiosità, coltivare la pazienza, la tolleranza e la compassione, e essere conscia di quando il pendolo dell'opinione sta oscillando oltre la linea centrale.

 Attraverso le mie osservazioni e conversazioni alcuni temi emergono:

  • Come partecipanti attivi nel nostro processo di guarigione, vogliamo che tutti i nostri consulenti sanitari collaborino. Lavorando insieme, non sarebbe possibile trovare la soluzione? Ma mentre ogni consulente tiene le nostre carte in mano, non tutti sono disposti a vedere il gioco. E sapendo che alcune di queste carte vengono mescolate da un mazziere ingannevole, non ci fidiamo automaticamente di quello che ci viene detto.
  • Come consumatori del ‘industria’ sanitaria, vorremo ricevere il giusto servizio per quello che stiamo pagando con le nostre tasse e contanti. Questo include come ci sentiamo quando entriamo e usciamo dai studi - se ci sentiamo vuoti, segmentati, o riempiti.
  • E stiamo scoprendo che le qualità di intelligenza, umiltà, rispetto e apertura mentale sono vive e fiorenti all'interno delle professioni olistiche. Ma dentro la tradizione medica occidentale troviamo il gelo.


QUAL’E’ IL PROBLEMA?

fristrated

 Certo, conosco e ho conosciuto ottimi medici. Ci saranno sempre eccezioni alle regole. Ma troppo spesso mi sono sentita irritata da comportamenti vecchio stile, increduli con generalizzazioni datate, sconvolta dalla mancanza di umanità, delusa di non essere stata informata, scoraggiata con gli errori nelle procedure di esame, e frustrata da un atteggiamento arrogante.

Con gli operatori olistici, invece, mi sono sentita nutrita con sincerità, valutata come una persona capace e intelligente, benedetta con trattamenti compassionevoli, compresa attraverso l'ascolto attento, e incoraggiata con i risultati positivi. Ho sviluppato rispetto e fiducia per questi professionisti per la loro umanità e mancanza di giudizio.

Sembra che gli operatori olistici sono a conoscenza dei loro punti di forza e dei loro limiti. Sono chiari su quando è necessaria una diagnostica di medicina. Sono interessati al quadro completo, compreso lo stile di vita, atteggiamenti, e la storia. Accolgono la partecipazione del paziente. Condividono la loro esperienza con integrità e passione, e dimostrano la volontà di imparare. Abbracciando i vantaggi di entrambe le tradizioni e le scienze, vedono da prospettive diverse. Rispettano le professioni d’altri, e dimostrano la volontà di unire il meglio e collaborare con tutti.

meridians

I medici occidentali, invece, proiettano un atteggiamento di chiusura, separazione, e sospetto. C'è la tendenza a banalizzare ciò che non rientra nelle definizioni misurabili e contenibili. Le buone maniere sono rare. C'è poco sforzo di informare. L’educazione del paziente non è incoraggiata. Successi attraverso medicine alternative vengono ignorati.

 IL FARMACISTA, IL CURATORE E IL BOSS

 Che i medici sono fortemente influenzati dalle aziende farmaceutiche è sicuramente solo la punta dell'iceberg quando si tratta di corruzione all'interno dell'economia della medicina occidentale. Gratti un po’ sotto la superficie, e tutto inizia a sanguinare. E’ difficile, quindi, ad avere fiducia che siamo trattati in modo appropriato.

Unknown

 Il mio ANA è di 1/320. Lo specialista dice che aspetta 1/640 prima di contemplare un problema di auto-immunità. Forse ha ragione. Ma leggo qui e qui che alcuni laboratori lampeggiano a 1/160. Mi fa pensare se la sua opinione professionale è influenzata da un ambiente in cui la riduzione dei costi è più importante della salute del paziente. Nonostante il dolore quotidiano e l'infiammazione, a questo punto, non ho abbastanza sintomi per adattarmi nella scatola. Non sono abbastanza malata. Vada a casa, signora. Si rilassi, prenda un integratore. Quando la situazione peggiorerà, faremo ulteriori accertamenti.

images-4

 La parola 'dottore', dal latino, significa 'Maestro', ma se abbiamo bisogno di informazioni sulle droghe che ci viene detto di consumare, ci rivolgiamo a Google e al Farmacista. I medici sono pronti a respingere le informazioni che troviamo online, ma il fatto è che attraverso la tecnologia siamo sempre più informati. Il prestigio del medico sta diminuendo. C’è la necessità di fluire con questa evoluzione, ma c’è tanta resistenza. David Brooks, CEO di Medlio, citando Let Patients Help (Lascia che I Pazienti Ti Aiutino), da Dave deBronkart apre il suo articolo con questo:

 Se i medici non possono essere accessibili e trasparenti come il tablet o lo smartphone che si trovava nelle mani dei loro pazienti, non possono aspettarsi di guadagnare il rispetto di coloro che cercano di guarire …

 Scrive

Cerchiamo di essere onesti, i medici hanno tenuto uno stato quasi mitico nella nostra società per l'ultimo secolo. La fonte del loro potere e prestigio è derivata dalla convinzione (o almeno la sospensione dell'incredulità), che possiedono la conoscenza sovrumana. Negli ultimi 20 anni, la tecnologia ha reso più accessibili le informazioni, ma ha anche giocato un ruolo chiave nella rapida evoluzione delle conoscenze dellumanità.

Come risultato, l'informazione è accessibile e globale. I medici non sono più trattati come fonte di informazioni, ma come i curatori di essa, e questa sembra essere una pillola amara che alcuni medici non possono deglutire.

Allo stesso tempo, la sanità è diventata meno un'arte di guarigione come un mercato e di un settore. Trattamenti, cure, prodotti, protesi, servizi, marchi e sistemi di credenze tutti competono per la nostra attenzione, la nostra fiducia e i nostri soldi. Che stiamo pagando privatamente tramite contanti o pubblicamente attraverso le tasse, siamo frustrati e offesi quando riceviamo un servizio non appropriato.

 Michael Pugliese, MD FAAEM scrive qui sulla nuova realtà affrontata dai medici per fornire in un modo ottimale la cura, e soddisfare le aspettative dei pazienti che sono più informati ed esigenti che mai.

images-3

Indipendentemente dalla vostra opinione su queste nuove aspettative, è passato il tempo per lamentarsi d’un'epoca passata della medicina, quando di norma si interagiva con i pazienti in maniera paternalistica, e la soddisfazione del paziente era un concetto estraneo. Piaccia o no, per prosperare in questa nuova realtà, dobbiamo iniziare a vedere i pazienti come si vedono loro stessi: consumatori informati di sanità.

Non voglio sapere quante ore di energia umana e quanto denaro pubblico è stato speso per raccogliere le statistiche per quello che è buon senso e buone maniere. Della ricerca sulla soddisfazione dei consumatori, scrive 'Una sintesi semplicistica è che i nostri pazienti vogliono una cura efficace e rapida da un medico che è empatico e comunica bene.' Semplicistica? Perché complicarla?

Dal punto di vista dei paziente, l'unica cosa peggiore dell’attesa è l’attesa senza ricevere alcuna spiegazione. Se si sottovaluta il tempo, è necessario andare a vedere il paziente, scusarsi, spiegare la natura esatta del ritardo, e quindi fornire un aggiornamento. In questo modo sarà possibile attenuare qualsiasi senso di rabbia e frustrazione che il paziente ha accumulato, consentendo di andare avanti con l’incontro.


the-doctor-s-waiting-room-1870.jpg!Large

Che i medici devono essere istruiti su come essere gentili è una cosa; che molti trovano questo impegnativa è triste. Per quelli di noi che hanno la necessità di collaborare con la diagnostica scientifica, e ci troviamo di fronte una insicurezza mascherata da arroganza, è difficile trovare un modo appropriato di comunicare. Tanto più, quando abbiamo bisogno di vederli, non ci sentiamo bene. Il problema è che stiamo operando da diversi livelli di coscienza, da una diversa paradigma della realtà, che significa, più o meno, che stiamo parlando lingue diverse.

 COSCIENZA DIVERSA, PARADIGMA DIVERSA

I livelli della coscienza umana, come ricercato dal grande psichiatra e illuminato fu David Hawkins MD PhD varrebbe la pena ricordarli, in quanto ci aiutano ad astenersi da giudizi.

god-science

Potremmo caratterizzare la vita umana come vari campi e livelli della coscienza umana che parlano tra loro e vedere la gente come portavoce impersonale per questi diversi livelli. Così, la denigratorio della religione o spiritualità dallo scienziato materialista ‘hardcore’ non è davvero un punto di vista personale, ma semplicemente l'espressione del campo energetico del 400, con le loro limitazioni intrinseche così come le loro capacità. Nei bassi livelli del 400, in particolare, vi è un egoismo sulla intelletto, ragione e intellettualizzazione. Nelle 400, dunque, Dio è sostituito dalla scienza come fonte di tutta la conoscenza e la speranza per il futuro.

 The Eye of the I, pg 58

Le arti olistiche, d'altra parte, riconoscono che Dio è, anche se il nome cambia da una pratica all'altra. Xi, Chi, Prana, Energia Vitale, Coscienza Pura - ciò che si vuole chiamare, il riconoscimento o la negazione di questa energia che impregna tutta l'esistenza con la vita è il fondamento da cui derivano tutte le differenze tra Est e Ovest.

Chinese Medicine Scan

 Il concetto di sbloccare i meridiani, o guarigione attraverso il tocco sensibile, è oltre il livello di percezione della maggior parte dei medici. Questo non denigra l'importanza della medicina occidentale. A volte c'è un meridiano da sbloccare con aghi, o il ying deve essere bilanciato con le erbe, o c’è da accettare la mortalità con compassione. Altre volte c'è un tumore che deve essere tagliato, o un batterio che deve essere combattuto, o un farmaco è necessario per alleviare il dolore. Non si tratta di uno o l'altro. Si tratta di utilizzare tutte le conoscenze disponibili per trovare la cura e il trattamento appropriato per l'individuo in tutta la sua complessità.

 David Hawkins spiega come il paradigma newtoniano lineare del materialismo deterministico limita le possibilità della scienza occidentale.

dr david hawkins

 La scienza aveva deciso che se non c'era qualcosa di definibile e misurabile ('realtà è la misura'), era irreale e immaginario. Così, la scienza invalidava ogni serio studio o indagine sul valore umano di amore, compassione, la bellezza, il perdono, l'ispirazione, la fede, la compagnia, la lealtà, la gratitudine, la speranza e la felicità - in altre parole, tutto ciò che costituisce il nucleo e la realtà dell'esistenza umana e la motivazione.

 La scienza anche non è in grado di cogliere il significato della sottile e l'intangibile. E ', tuttavia, il migliore strumento che l’umano ha avuto finora per valutare e manipolare il mondo fisico. Che ha dei limiti non è un difetto, ma serve per definire la sua gamma di utilità. Infatti, riconoscere i propri limiti è una forza, non una debolezza.

 The Eye of the I, pg 78

Quanto più forte sarà la scienza quando sarà in grado di incontrare le tradizioni olistiche con un cuore aperto e una mente aperta. Il riconoscimento dello spirito è unificando. Questo è il motivo per cui le scienze orientali hanno sempre accolto gli studi dell’Occidente.

 L'incontro di Paramahansa Yogananda con JC Bose nei primi anni del 1900 esemplifica l'atteggiamento di disponibilità che era già presente nelle tradizioni orientali oltre un secolo fa:

 "L’invenzione del wireless di Jagadis Chandra Bose precedeva quello di Marconi".

Yogananda2

 Ascoltando questa osservazione provocatoria, ho camminato più vicino a un gruppo di professori impegnati nella discussione scientifica. Se la mia motivazione a unirsi a loro era l'orgoglio razziale, me ne pento. Non posso negare il mio interesse vivace nell’evidenza che l'India può svolgere un ruolo di primo piano nella fisica, e non solo nella metafisica.

 ... Il giorno successivo ho visitato il saggio a casa sua …

 "Hai fatto molto, signore, per affrettare l'abbraccio di Oriente e Occidente tra le braccia impersonali della scienza."

 "Sono stato educato a Cambridge. Come ammirevole è il metodo occidentale di sottoporre tutta la teoria alla verifica sperimentale scrupolosa! Tale procedura empirica è andata di pari passo con il dono di introspezione che è la mia eredità orientale. Insieme mi hanno permesso di capire i silenzi dei regni naturali che a lungo sono stati incomprensibili … “

Autobiography of a Yogi, p 65

LA TAVOLA ROTONDA

 Anche se non sono un medico, lavoro con persone che, a diversi livelli e in modi diversi, sono consapevoli della loro sofferenza, stanno cercando di capire la causa della loro sofferenza, e stanno cercando di trovare sollievo dalla loro sofferenza. Sono interessata in ogni individuo, e sono curiosa di sapere come le pratiche di yoga e meditazione possono contribuire al loro unico processo di guarigione. E’ una gioia di collaborare con gli operatori sanitari che lavorano con la stessa passione.

images-5

 Nella Comunità di Riabilitazione, è stimolante lavorare all'interno di un team sinergico che comprende un sacerdote francescano, un psichiatra, un psicologo, assistenti sociali, un terapista shiatsu, un insegnante di tai chi, un musicoterapeuta, e me. E’ una gioia di collaborare con gli operatori sanitari provenienti da questi vari settori, e per vedere come i nostri diversi modi di lavorare si combinano insieme per creare un ambiente di guarigione che è stimolante, arricchente, e potente.

 Questa viaggio nella sanità occidentale, però, è nuovo per me, e sembra che sono molto ingenua. Nonostante la mia conoscenza dei campi di coscienza, mi aspettavo di trovare professionisti ricchi di curiosità, energia e integrità. Ma se parlo brevemente della ricerca scientifica mondiale in pratiche come lo yoga, la meditazione e MBSR, non vedo occhi che si illuminano con la voglia di sapere. Se mostro il prodotto di Medicina Cinese con cui ho avuto successo, la pagina viene girata senza un commento. Potrei ricevere un sorriso un po’ condiscendente.

 Non è facile collaborare. Quello che vorrei è più persone che sanno leggere sia un esame del sangue che i cinque elementi. Voglio un fisioterapista, un massaggiatore shiatsu, un medico generico, un naturopata, un reumatologo, e, magari, un specialista auyervedica e un dotore cinese che si siedono alla tavola rotonda insieme, tutti contribuendo al meglio con ciò che sanno. Ma a questo punto sappiamo che alcuni non sono pronti ad accettare l’invito.

potions

 Questo è ok. Arriveranno. Dovranno, perché la fisica quantistica sta riconoscendo ciò che i Buddha e gli Yogi è noto da migliaia di anni: le cose più potenti non possono essere viste, definite o contenute. La medicina occidentale è sfidata ad attraversare il grande divario tra coloro che credono nel immanente, pulsante, unificante energia della vita, e coloro che credono solo nella scienza.

 Alla ricerca di una cura attraverso la collaborazione, pertanto prendo le vitamine ed i prodotti farmaceutici, sia le essenze e gli anti-infiammatori. Chiedo consiglio, seguo i link, ripeto i miei mantra e le mie preghiere. Seguo il mio respiro. Mi concentro sul qui e ora. E mentre aspetto per la medicina di evolversi in amorevole benignità, alleno la pazienza, la tolleranza e la compassione nel miglior modo possibile.


Grazie che hai passato il tempo per leggere questo post, e grazie per la condivisione sui tuoi social network.

 Hai cercato trattamenti e cure sia attraverso la scienza occidentale e le pratiche olistiche? Quali sono state le tue esperienze? 

© 2012 Moksha di Brazzale Angelina Mary  Via Piave 51, Thiene 36030 (VI) ITALIA P.Iva 03227620246